I.I.S.S. "L. Einaudi" - Canosa di Puglia (BT) - Puglia - Italy

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dirigenza

La scuola

L’istituzione scolastica, in generale, ha una funzione strumentale nella trasmissione di quei valori che dovrebbero garantire il mantenimento di un certo modello di cultura; si potrebbe, in maniera alquanto schematica, definirla come agenzia di socializzazione culturale. Come istituzione è caratterizzata da un sistema organizzato con un certo grado di indipendenza che le permette una continuità anche nel caso in cui la società subisca una trasformazione improvvisa.
L’organizzazione e l’indipendenza garantiscono alla scuola una sopravvivenza decorosa, ma la ragione che permette di continuare a svolgere il suo ruolo con apparente immutato vigore è che essa è la depositaria di un bisogno sociale che nei tempi moderni è diventato fondamentale. Con quadri sociali sempre più caratterizzati dall’incertezza, dall’instabilità e dalla complessità, investiti da flussi informativi e formativi sempre più intensi e pervasivi, altre “capacità” più complesse sono ritenute formative e necessarie per il futuro cittadino.
Il significato complessivo di questo scenario è dunque l’attribuzione alla scuola, di una posizione “centrale”, che le viene riconosciuta non solo per la produzione e la diffusione del sapere, nelle varie accezioni, ma anche per la costruzione e il consolidamento di un tessuto connettivo di relazioni. La scuola, quindi, non può non organizzarsi a sistema formativo integrato, capace di garantire a tutti gli studenti, nessuno escluso, il diritto di apprendimento e il successo formativo.
Il successo formativo per tutti, finalità essenziale dell’istituzione scolastica, non significa che tutti debbano essere impegnati a conseguire gli stessi livelli di conoscenze certificate, ma che tutti possano giungere al massimo grado di formazione/istruzione di cui sono individualmente capaci. Dunque, sistemi flessibili e aperti, affinché ciascuno possa realizzare il proprio PROGETTO DI VITA e contemporaneamente offrire il proprio personale contributo al progresso sociale, civile ed economico del suo Paese.
È il docente congruentemente efficace a rappresentare il risultato dell’azione formativa, dove il learning, l’apprendimento, costituisce i focus del processo formativo rispetto all’ormai superata dimensione del teaching, dell’insegnamento, che rappresenta il focus solo per i docenti autoreferenziali.
In definitiva si tratta di sviluppare le competenze professionali di coloro che nel processo formativo devono analizzare, interpretare i bisogni/desideri di apprendimento, progettando in modo congruente, efficace ed efficiente gli interventi conseguenti, gestendo organizzativamente e metodologicamente i contenuti, valutandone gli effetti e la ricaduta rispetto agli obiettivi predeterminati, dirigendo e coordinando in modo globale, i sistemi e i processi di erogazione del servizio formativo.
Da tale considerazione si evince come la “qualità” dei processi di apprendimento richiede competenze dei “professionals” coinvolti nella globalità del processo formativo. La formazione è un’attività “human resources based” e pertanto la qualità dei processi che ad essa attengono si persegue e si diffonde non solo accreditando le strutture ed i sistemi erogatori, ma soprattutto le Risorse umane impiegate.Non è semplice, ma se è vero che “Nemo ad impossibilia tenetur”, è altresì vero che, a volte, può essere stimolante l’iter “per aspera ad astra”.

                                                                                             Il Dirigente Scolastico
                                                                                         Dott.ssa Maddalena Tesoro

 
Torna ai contenuti | Torna al menu